Niente imposta registro 1% sulle locazioni immobili strumentali soggette ad IVA

Stampa la news

Una recente sentenza della Commissione Tributaria Regionale di Milano (del 04.07.2014 n. 3663/24/14 e precedente sentenza del 30.10.2012 n.138/49/12), ribadisce l’illegittimità della disciplina interna che prevede l’applicazione dell’imposta di registro in misura proporzionale sui contratti di locazione di immobili strumentali soggetti ad IVA, in quanto norma in contrasto con le direttive europee.

 

***

 

Com’è noto, a seguito delle modifiche introdotte al DPR 131/86 in materia di imposta di registro dal DL 223/2006, sono soggetti a tassazione proporzionale con applicazione dell’imposta di registro nella misura dell’1%, i contratti di locazione di fabbricati strumentali, sia che siano esenti da IVA, sia che siano imponibili Iva per obbligo di legge o per opzione (art. 10, n.8 DPR 633/72).

Secondo la C.T. Reg. di Milano, l’applicazione del registro in misura proporzionale su atti già soggetti ad Iva, in deroga al principio di alternatività fra Iva e imposta di registro, si pone in contrasto con il principio comunitario di cui all’art. 401 della Direttiva 2006/112/CE, che vieta l’introduzione di imposte sul volume d’affari, che vadano ad aggiungersi all’IVA.

Conseguentemente, la stessa C.T. ha ritenuto di disapplicare la disciplina interna e di considerare illegittima la liquidazione erariale dell'imposta di registro dell'uno per cento sui contratti di locazione di fabbricati strumentali imponibili Iva ai sensi dell’articolo 10 punto 8 del Dpr n.633/72.

Tale orientamento della giurisprudenza di merito, se confermato con una pronuncia della Cassazione, darà luogo ad un contenzioso per la restituzione dell’imposta pagata e allegerirà l’onere fiscale dei futuri contratti di locazione.

Da ultimo occorre domandarsi, come sollevato da alcuni autori, se il medesimo principio non possa trovare applicazione anche ai trasferimenti di immobili strumentali assoggettati ad Iva, i quali, si ricorda, risultano pure assoggettati alle imposte ipo-catastali in misura proporzionale, con un aggravio forse non legittimo dell’onere fiscale complessivo. 

 

  • Nessun Allegato Disponibile